Contenuto principale

PARROCCHIA - I SACRAMENTI

 

 

 

I Sacramenti

 

 

La vita della parrocchia si fonda anzitutto sulla presenza di

Cristo che si dona a noi nei Suoi Sacramenti.

 

 

 

 

  1)     Il Sacramento del Battesimo

Le famiglie che intendono battezzare i propri figli si rivolgano al parroco (tel.:0114551430 ) o al diacono Roberto Verrani (tel.:3386129727).

Vengono proposti incontri di preparazione al Sacramento Battesimale tenuti dal parroco, insieme al diacono e in collaborazione con l’associazione “Radici e Ali” (referente sig.ra Emma Corradi tel.3394131445) che si prende cura della Catechesi dai 0 ai 6 anni, secondo le indicazioni dell’Arcivescovo Cesare Nosiglia e dell’Ufficio Catechistico Diocesano di Torino.

N.B.1. La data della celebrazione del Battesimo viene di solito concordata con la famiglia. Il Sacramento viene celebrato l’ultima domenica del mese alle ore 11 o nei pomeriggi di sabato o domenica alle ore 16.

N.B.2. Il padrino e la madrina di Battesimo vanno scelti tra cattolici cresimati e battezzati dai 16 anni in poi, che aiutino i genitori nell’educazione cristiana dei figli.

 

 Risultati immagini per cresima

 

2) Il Sacramento della Cresima  

Per accedere al Sacramento della Cresima da adulti è bene rivolgersi al Sig, Paolo Garlando (tel.3392449899)  o direttamente al parroco.

Se si tratta invece di ragazzi, il percorso di avvicinamento alla Cresima inizia con il Catechismo in parrocchia e viene amministrato in 2° media (solitamente nel mese di maggio intorno alla festa della Pentecoste)

 

 

 

 

 

3) Il Sacramento dell’Eucarestia   

Il Sacramento dell’Eucarestia , dice il Compendio della Chiesa Cattolica al punto 271: E’ il sacrificio stesso del Corpo e del Sangue del Signore Gesù, che egli istituì per perpetuare nei secoli, fino al suo ritorno, il sacrificio della Croce, affidando così alla sua Chiesa il memoriale della sua Morte e Risurrezione. E’ il segno dell’unità, il vincolo della carità, il convito pasquale, nel quale si riceve Cristo, l’anima viene ricolmata di grazia e viene dato il pegno della vita eterna.

 

L’Eucarestia è celebrata nei seguenti orari:

Orari S messe

Feriale  ore 18,00

Festivo 9,30 -11,00

Prefestivo 18,00

Luglio-agosto

Feriale 18,30

Festivo 9,30-11,00

 

 

I ragazzi che frequentano il Catechismo ricevono la Prima Comunione nel mese di Maggio quando frequentano la 4° elementare.

Per quanto riguarda la vita del Catechismo maggiori informazioni cliccando su  http://www.beatofrassati.it/web/index.php/catechismo

 

 

 

   4) Il Sacramento della Penitenza e della Riconciliazione                       

 

 

E’ il Sacramento che durante il Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco (dal 8 dicembre 2015  al 20 novembre 2016 ) sarà tenuto in alta considerazione. Ora vi si potrà accedere sempre, nei Santuari Mariani della nostra città (Basilica di Maria Ausiliatrice e Basilica della Consolata) e anche nella nostra parrocchia, prima o dopo la Messa feriale, o durante la celebrazione della Messa festiva.

I ragazzi che frequentano il Catechismo celebrano per la prima volta il sacramento della Riconciliazione in una speciale “Festa del Perdono” che di solito viene programmata durante la Quaresima, nel periodo della 3° elementare (vedi Catechismo).   

                                   

                                                                                    

5)   Il Sacramento dell’unzione degli infermi

      Preoccupazione principale del parroco, come dei ministri straordinari della comunione e dei diaconi, è la cura pastorale dei parrocchiani ammalati. Quando questi lo richiedono viene amministrato il Sacramento dell’Unzione degli Infermi, secondo il diritto canonico:

 

Can. 1004 - §1. L'unzione degli infermi può essere amministrata al fedele che, raggiunto l'uso di ragione, per malattia o vecchiaia comincia a trovarsi in pericolo.

§2. Questo sacramento può essere ripetuto se l'infermo, dopo essersi ristabilito, sia ricaduto nuovamente in una grave malattia o se, nel decorso della medesima, il pericolo sia divenuto più grave.

Can. 1005 - Nel dubbio se l'infermo abbia già raggiunto l'uso di ragione, se sia pericolosamente ammalato o se sia morto, questo sacramento sia amministrato.

Can. 1006 - Si conferisca questo sacramento a quegli infermi che, mentre erano nel possesso delle proprie facoltà mentali, lo abbiano chiesto almeno implicitamente.

Can. 1007 - Non si conferisca l'unzione degli infermi a coloro che perseverano ostinatamente in un peccato grave manifesto.

 

 

E’ tradizione consolidata per esplicita decisione di San Giovanni Paolo II,

amministrare il Sacramento dell’Unzione degli Infermi, durante la Giornata

Mondiale di Preghiera per gli ammalati (11 febbraio di ogni anno, memoria

liturgica dell’apparizione della Madonna di Lourdes).

 

 

 

 6)   Il Sacramento dell’Ordinazione Sacerdotale

 

  

 

Il Sacramento dell’Ordinazione Sacerdotale viene amministrato dal Vescovo, ai giovani che si preparano con anni di formazione nel Seminario Diocesano o in altri.

Affinché non venga meno nella Chiesa la missione del Sacerdote, la Comunità del Beato Pier Giorgio Frassati, dedica ogni 1° venerdì del mese un’ora di Adorazione Eucaristica alle ore 21, e l’ultimo sabato di ogni mese dopo la messa prefestiva alla preghiera per le vocazioni.

 

 

 

 

7) Il Sacramento del Matrimonio

 

              

 

 

Ricordiamo innanzitutto ciò che dice il compendio della Chiesa Cattolica a proposito di questo Sacramento al n. 338

 

L’unione matrimoniale dell’uomo e della donna fondata e strutturata con leggi proprie dal Creatore, per sua natura è ordinata alla comunione e al bene dei coniugi e alla generazione ed educazione dei figli. L’unione matrimoniale, secondo l’originario disegno divino, è indissolubile come afferma Gesù Cristo : “Quello che Dio ha congiunto, l’uomo non lo separi” (Mc 10,9)



 Al numero 346

Il sacramento del matrimonio genera tra i coniugi un vincolo perpetuo ed esclusivo. Dio suggella il consenso degli sposi. Per tanto il matrimonio concluso e consumato tra battezzati non può essere mai sciolto. Inoltre questo sacramento conferisce agli sposi la grazia necessaria per raggiungere la santità nella vita coniugale e per l’accoglienza responsabile dei figli e la loro educazione.



 

In attesa del prossimo Sinodo di ottobre sulla famiglia, si conferma l’indicazione rivolta ai giovani che chiedono di sposarsi in Chiesa di prenotarsi per tempo, per un percorso di preparazione tenuto da un sacerdote e da alcune coppie di sposi.

 (Cecilia Lo Bue e Sergio Durighello: 3280517453) 

 

 

 

 

 

A fine gennaio 2016 inizieremo il corso di preparazione al matrimonio per chi intende sposarsi nel 2016